Come usare Dante

Il 25 marzo del 1300 è considerato il giorno di inizio del “viaggio” di Dante nell’Aldilà. Per questo è il Dantedì, avvio delle celebrazioni a 700 anni dalla sua morte.
Dante è l’autore di un’opera patrimonio dell’Umanità – la Commedia – capace di leggere il mondo oltre le frammentazioni, punto di riferimento ella nostra lingua, concettualmente densa, vivificante e sfidante per chiunque la approcci per la prima o l’ennesima volta.
E, quindi, nel proporvi una super selezione dei titoli finora pubblicati in occasione di queste celebrazioni, partiamo proprio dal testo, seguendo il suggerimento di Vittorio Sermonti, antesignano delle letture pubbliche, pioniere della riscoperta della bellezza, della musicalità, della profondità della Commedia: “Leggilo e rileggilo, non sarai mai l’identica persona che lo ha letto la penultima volta…” Perché da qualche tempo ci siamo addentrati tutti nella selva oscura e affannosamente, cerchiamo una via d’uscita.

La selezione considera ovviamente solo i titoli apparsi fra la fine del 2020 e i primi del 2021, sapendo che altri seguiranno. Di essi, quando interessanti, vi daremo conto così come degli eventi digitali e, speriamo fra non molto, dal vivo.


Suggeriti da PAGINA59

Dante Alighieri, edizione della Commedia a cura di Roberto Mercuri, Einaudi
Per la lettura dei testi scegliamo la nuova edizione pubblicata nella collana dei tascabili Einaudi nel marzo 2021. Curata da Roberto Mercuri, professore emerito di Letteratura italiana presso l’Università La Sapienza da Roma, si avvale di apparati che aiutano a entrare nel mondo della Commedia: un brevissimo riassunto di ogni singolo canto con l’indicazione delle donne e degli uomini che si incontrano, un commento sulla struttura, i personaggi, le allegorie, il senso di alcuni passaggi e infine le note esplicative a piè pagina, di cui ognuno potrà farne l’uso che gli è più utile.
Inferno, Einaudi, 13€
Purgatorio, Einaudi, 13€
Paradiso, Einaudi, 13€

Ferroni, Giulio, L’Italia di Dante, La Nave di Teseo, 30€
Esclamazione banale verrebbe da dire: ma quanto è bella l’Italia e quanto poco ce ne importa? Questa quarta edizione del dicembre 2020 ci racconta del successo e del valore di questo viaggio nella letteratura e nella storia italiana, attraverso i luoghi vissuti e raccontati da Dante. Da Nord a Sud, dalle città ai luoghi interni la bellezza resiste alle violenze del passato e ai guasti del presente. Un “libro-Virgilio” sulle strade italiane.

Marchesi, Simone, Abbiati, Roberto, A proposito di Dante, Keller edizioni, 25,90€
Un italianista e un illustratore, allievo dell’Istituto d’Arte di Monza, si incontrano sulla via della Commedia e ne esce uno dei libri più godibili fra quelli finora pubblicati in occasione delle celebrazioni dantesche. Per ogni Canto si combinano una terzina, una nota e un’immagine o, meglio, un disegno, un segno grafico.

Trellini, Piero, Danteide, Bompiani, 20€
Alla ricerca della soluzione di un mistero ovvero di come il piccolo mondo in cui aveva vissuto e agito Dante, sia diventato un universo-mondo. L’autore, giornalista e scrittore, propone di non guardare Dante ma ciò che egli guardò: le donne e gli uomini che incrociò per scorgerne i legami e costruire delle storie, dentro i contesti storici e geografici, la cui eredità ancor ci parla.

Comments are closed.