Con una Fiat Topolino dentro la polvere del mondo

E’ quello che fece il fotografo e scrittore svizzero Nicolas Bouvier, quando fra il 1953 e il 1954 a 24 anni parte per un viaggio che attraverserà i Balcani, la Grecia, la Turchia, l’Iran, l’India fino all’Afghanistan.

E’ autentica letteratura quella che ci consegna Bouvier, un classico da leggere e rileggere capace di tenere insieme il racconto autobiografico, diario di viaggio, storia e, appunto letteratura.

Come dice Paolo Rumiz nella prefazione, solo le descrizioni di Bouvier ci fanno venir voglia di visitare Prilep in Macedonia, un luogo polveroso e brullo, dove il profumo di melone apre il grande viaggio a Est.

Quanti luoghi oggi sono divenuti impraticabili e i confini, vecchi e nuovi, dannatamente pericolosi. E ora Kabul non ci suggerisce un posto che “odorava du timo, arnica, e ronzava di vespe…”

Consigliatissimo per tutti coloro che si preparano a ripartire, a viaggiare, ad andare

Nicolas Bouvier, La polvere del mondo, Feltrinelli, 20€

scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Se vuoi rimanere aggiornato sulle novità editoriali, ti comunicheremo mediante mail i titoli che di volta in volta abbiamo scelto per la nostra libreria. Potrai sempre cancellarti dal nostro elenco se riterrai che le nostre comunicazioni siano troppo invasive o di scarso interesse per te.

Complimenti, ti sei iscritto alla newsletter

C'è stato un errore. Prova di nuovo.

Pagina59 will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing.