i raccomandati

Qui trovate i libri raccomandati da PAGINA59: non necessariamente i più famosi, i più venduti o le ultime novità. Ma i libri che suggeriamo, che ci piacciono, che sono capaci di trasmettere emozioni, di affrontare nuovi e vecchi temi con mente aperta, che sono scritti da autrici o autori nuovi. Romanzi, saggi, guide per viaggiare… anche da fermi, libri per bambini, graphic novel per adulti e ragazzi, libri da collezione…insomma i libri del cuore (e anche un po’ della testa)

  • Una storia sbagliata
    “Non ha più una foto, né una lettera, niente del suo passato. I giorni scorrono senza bisogno di contarli. Quando sei per strada, vivi alla giornata. Dopo un po’ lei occupa tutto il tuo posto, non pensi ad altro. E’ come il cinema“ Siamo in presenza di una storia vera che si dipana come un giallo. Un “true crime” che arriva fino ai giorni nostri, sublimamente raccontato da Florence Aubenas, scrittrice, giornalista di Liberation e Le Monde, reporter di guerra anche in Iraq dove, nel 2005 verrà rapita insieme al suo interprete e poi liberata. Protagonisti sono: 1) Catherine Burgod, […]
  • Amore, antifascismo e libertà
    “Che cos’è la febbre del volo? Te lo spiego io…E’ quell’impulso interiore, forte e trascinante al quale non resisti, che ti conduce a fidarti di un trabiccolo sgangherato con un motore a scoppio, per sfidare…le leggi della fisica” E non solo. Lauro de Bosis sfida il regime fascista, lo beffa sorvolando il cielo di Roma per diffondere messaggi antifascisti. Gesto coraggioso compiuto su un piccolo monoplano, il trabiccolo che con lui si inabissò nel mar Tirreno. Fra Parigi, Bruxelles, New York e Londra, l’inquieto mondo degli antifascisti accoglie questo personaggio visionario, un dandy pieno di poesia e di amore per […]
  • “Napoli è mille culure”
    Napoli è Fan Page, la testata giornalistica online ormai conosciuta da tutti per i video-inchiesta sui rapporti di contiguità fra nazi-fascisti e alcune forze politiche nazionali. Napoli è una città sotterranea che convive con una delle metropolitane più belle del mondo, dalle mille stratificazioni architettoniche, storiche e sociali. Napoli è la fumettista Cristina Portolano, è lo street artist Jorit che restaura il ritratto di Maradona ma anche il più grande scavo archeologico sotto il Maschio Angioino. Napoli è teatro quotidiano, set di film e fiction, come la serie “Un posto al sole” studiata da “quelli di Hollywood” come esempio di […]
  • Nel cuore del Mare (Nostrum)
    Salvare le barche tradizionali per salvare la memoria: quella della gente di mare, dei pescatori, dei migranti, di chi è andato e ancora va per mare.Scopo dell’autore è ricostruire la storia e le storie dei gozzi, imbarcazioni che nelle lingue e nei dialetti delle coste mediterranee assumono nomi diversi ma con caratteristiche simili. Gozzi, gussu, vuzzi, mourre, de pouar, guz, dghajsa, bussi, pointus, gajeta, barquete, lodsu, luzzu: quanti luoghi, popoli, lingue, tradizioni evocano questi nomi! Conoscere la storia che sottende a ciascuna di queste parole è un po’ come fare “una crociera” fra Liguria, Campania, Puglia, Sicilia, Sardegna, Corsica, Costa […]
  • Pubblicare l’impubblicabile
    C’è una frase a cui si pensa dopo aver letto il libro di Stefania Maurizi. E’ la strofa della canzone di Francesco Guccini, Don Chisciotte: “il potere è l’immondizia della storia degli umani”. Maurizi è infatti l’unica giornalista che ha lavorato fin dall’inizio sui documenti segreti di Wikileaks l’organizzazione che. utilizzando la Rete e violando il segreto di Stato, ha portato alla luce i crimini, gli scandali e le pressioni del potere, in particolare quelli della guerra al terrore degli ultimi decenni. E’ una guerra che ha coinvolto eserciti, servizi segreti, polizie, spie: dall’invasione dell’Irak, lanciata sulla base di prove […]
  • Ma non bastava un si?
    Forse sono l’insicurezza che tutti ci consuma o la necessità di essere perentori a farci aggiungere alla chiarissima particella si l’inascoltabile assolutamente si. E’ una delle spiegazioni che si dà Edoardo Albinati in questo pamphlet – j’accuse non violento per comprendere come la retorica abbia travolto e appiattito tutto, allontanandoci dalla realtà, dalla necessità di approfondire e dalla inebriante fatica di comprendere. Leggendo le pagine di Velo pietoso possiamo riconoscere un personaggio famoso, una situazione, una trasmissione televisiva e con essi l’ossessivo ripetersi di affermazioni banali, scontate, che nulla significano e a nulla servono per comprendere fatti vicini e lontani. […]
  • “Insieme alle urla di dolore sentivo le risate…”
    Non è stato facile leggere questo piccolo libro di 100 pagine. Non solo per le descrizioni delle violenze sui manifestanti illegalmente detenuti. Ma anche perché, per la prima volta dal dopoguerra, in Europa, a Genova, in quel torrido luglio del 2001, lo stato di diritto venne sospeso: venne praticata la tortura, i detenuti non ebbero la possibilità di chiamare gli avvocati e un gruppo di agenti, forze dell’ordine, rappresentanti delle istituzioni decise di “dare una lezione” al movimento. Il movimento del social forum era un fenomeno nuovo: accanto alle ingiustizie sociali, denunciava la distruzione dell’ambiente, l’omofobia, il sessismo, il razzismo, […]
  • Due vite per lo Strega
    “…Nel fondo dell’anima di Pia, anche nei momenti più difficili e disperati, resisteva sempre una vocazione inestirpabile ad accudire, proteggere – esseri umani, animali, vegetali”. “Molti lati del suo carattere suggerivano un’ostinazione, una rigidità del mondo minerale…Parlare della vita di Rocco significa necessariamente parlare della sua infelicità, e ammettere che faceva parte della schiera predestinata dei nati sotto Saturno”.Il libro vincitore del Premio Strega 2021 racconta le vite di Rocco Carbone e Pia Pera, scrittori morti prematuramente e legati da un’amicizia che teneva insieme personalità, caratteri, ossessioni diverse. Ne è stato testimone l’autore del libro, Emanuele Trevi che dei due […]
  • Non c’è vaccino per il pericolo
    Quanti terremoti, quanti disastri raccoglie la memoria di Franco Arminio camminando per l’Italia. Non possiamo definirli naturali perché molte di quelle tragedie sono conseguenza dell’incuria, dell’edificazione selvaggia, del fatalismo interessato, dell’insicurezza sul lavoro, della manutenzione mancata. Per ogni terremoto, per ogni paese perduto Arminio ci offre una poesia, una lettera, un racconto dolente, senza rinunciare alla speranza. Così è per il terremoto dell’Irpinia di cui è stato testimone diretto e della vergogna dei “non soccorsi” denunciata da un “incazzato” Sandro Pertini e da cui nacque la Protezione civile italiana. Così è per le visite ai paesi “interrotti” di Marche, Lazio […]
  • Perché sanguina ancora?
    Possiamo dirlo? Questo libro di Paolo Nori “spacca”. Apritelo e cominciate a leggerlo: ci sono frammenti di vita di Fedor Dostoevskij e dei grandi della letteratura russa, c’è Pietroburgo, citazioni e storie della Russia zarista, racconti di dolori e gioie personali dell’autore (dolori soprattutto). Non lo lascerete più. Anche dopo averlo finito. Nori ci diche che Dostoevskij “ha reso visibile il visibile”, ha tolto l’imballaggio che avvolge la nostra quotidianità e ci ha messo a confronto con le nostre paure, i nostri dubbi, le nostre verità. Ma perché leggere Dostoevskij nel 2021, a duecento anni dalla nascita? Paolo Nori dice […]
  • Contro l’oblio, il viaggio
    Questo è un libro di cui innamorarsi. Conquistati da Carla, ex giornalista votata alla cura del prossimo, madre di 2 figli gemelli, molto diversi ma accomunati da una incredibile genialità, la seguiremo in viaggio in un’Europa ormai frammentata, lacerata in repubbliche e principati, divisa da muri e dogane fortunatamente ancora permeabili. E’ una ricerca rocambolesca, su uno scuolabus targato Zagabria, volta a restituire dignità, reputazione e onore a un giornalista, a un intellettuale, a un cultore innamorato della lingua italiana. E per questo non esita a guidare ore e ore in un viaggio che sembra non finire mai, componendo tessera […]
  • Alle fonti dello spirito dello Yoga
    “Questo rinnovato contatto con il mondo dello Yoga – il suo dominio mentale sulla realtà materiale e la sua disciplina spirituale – fu per me molto istruttivo, e vi sono grato per avermi offerto una visione di questo mondo affascinante”.Thomas Mann Si dice che l’ Autobiografia di uno Yogi sia uno dei libri da leggere almeno una volta nella vita. Nei momenti dell’esistenza in cui ci poniamo interrogativi profondi, come il difficile periodo storico che l’umanità intera sta attraversando, è possibile fare riferimento alle parole dei Maestri Illuminati.Fra di essi Paramhansa Yogananda, colui che ha portato gli insegnamenti dello Yoga e della meditazione in Occidente, riuscendo […]
  • A proposito di Dante
    E’ una guida turistica letteraria quella che vi presentiamo nell’anno che celebra Dante Alighieri a 700 anni dalla sua morte. Un italianista – Simone Marchesi – e un disegnatore formatosi all’Istituto d’Arte di Monza – Roberto Abbiati – si incontrano sulla strada della Divina Commedia. Ne viene fuori un libro che combina una terzina, una nota e un’immagine o, meglio, un disegno, un segno grafico, per ogni Canto. Nel percorrere questi “cento passi nella Commedia”, si scopre un nuovo sentiero per addentrarsi nel capolavoro di Dante che offre spunti, suggestioni, spunti per riflettere sul nostro tempo e sul nostro mondo.Interessante […]
  • Enciclopedia dello Yoga
    E’ l’unica enciclopedia italiana sullo Yoga: l’autore, Stefano Piano, è Docente emerito del Dipartimento di orientalistica di Torino mentre l’editore è un filosofo e un dotto sanscritista. Aiutati da un’equipe di 14 collaboratori altamente specializzati, hanno inteso colmare una lacuna nel campo degli studi indologici, italiani ed europei, mettendo un po’ di ordine e precisione scientifica in un settore a lungo trascurato dalla scienza accademica.Da Abbandono (nel senso di rinuncia) a Zen, passando per gli Asana (posizioni dello Hatha-Yoga) più importanti e conosciuti, tutte le informazioni utili per la conoscenza di questa disciplina di controllo del corpo e della mente vengono […]
  • Brutta, sporca e ingiusta. E’ la moda usa e getta
    Il 75% dei 53 milioni di tonnellate di capi di abbigliamento prodotti ogni anno viene buttato. Spesso dopo essere stati indossati una sola volta. La fast fashion che mette in vendita vestiti a pochi euro, contando sul comportamento compulsivo degli acquirenti, è una delle industrie più inquinanti del mondo e a maggior tasso di sfruttamento di lavoratrici e e lavoratori. E’ una moda che viene spacciata per “democratica”: tanti vestiti per tutti a basso prezzo. Ma non vi è nulla di democratico in una filiera produttiva che utilizza materiali di scarsa qualità, che si basa sullo sfruttamento di lavoratrici e […]
  • Scienziate disvelate
    Potremmo definirlo un indispensabile libro di base: un lungo ma non esaustivo elenco di scienziate, dall’antichità ai giorni nostri, una conferma dell’importanza di una diversa narrazione rispetto alla “Storia ufficiale”, immemore dell’esistenza delle donne, Da Ipazia a Margherita Hack, da Ildegarda di Bingen a Katherine Johnson, da Ada Lovelace a Katie Bouman, da Maria Gaetana Agnesi a Margaret Hamilton, da Marie Curie a Rita Levi Montalcini…troviamo matematiche, filosofe della natura, astronome, entomologhe, fisiche, mediche, botaniche, chimiche, biologhe, zoologhe, genetiste, informatiche. In tutti i rami della scienza e della tecnologia le donne si sono distinte per immaginazione, competenza, preparazione e creatività. […]
  • Forza ragazze, in sella!
    Alle Olimpiadi Seul del 1988, a un giornalista che le chiese se suo marito fosse presente a sostenerla, Maria Canins rispose “Che viene a fare se a sostenermi basto da sola?”. In questa frase è racchiuso il carattere di un’atleta fantastica ma anche l’epica del ciclismo femminile, della sua tenacia e del suo intrecciarsi con la storia delle donne in Italia.Per questo il libro di Antonella Stelitano è prezioso: nel delineare le gesta sportive delle cicliste italiane, fa pedalare fianco a fianco la fatica del gesto atletico e quella di superare prima lo sberleffo e l’insulto e poi le barriere […]
  • Una Lady contro il vaiolo
    L’incontro fra cultura, curiosità e scienza. Un passo avanti vero l’affrancamento da pregiudizi e pestilenze
  • Si, possiamo fidarci della scienza
    E’ della scienza che ci dobbiamo fidare e non degli scienziati che, per quanto eccellenti, possono sbagliare oppure assoggettarsi a indicazioni ideologiche o politiche.
  • I russi sono matti
    Dialoghi esilaranti e vicende rocambolesche si intrecciano con le tragedia della vita, con l’epica della storia russa,
  • La notte delle leggi razziali
    Tre storie si dipanano e disegnano il quadro della Roma ebraica di fronte all’approssimarsi della tragedia che colpirà la comunità.
  • Una vergogna svizzera
    Fra gli anni Quaranta e Ottanta del XX secolo, la Svizzera adottava una prassi che oggi definiremmo vergognosa, inumana, intollerabile definita come “misure coercitive a scopo assistenziale”.
  • C’è un altro modo per stare al mondo
    Ci sono donne che sanno dare riparo alle anime rotte, per vivere pienamente il proprio angolo di mondo
  • Il mondo visto dalla cruna dell’ago
    Il libro di Clare Hunter – artista e curatrice tessile con grande capacità di narrazione – dedicato al ricamo e al cucito, arte “minore” ma molto diffusa e trasversale, rimanda a una certa di idea di “fare storia”: quella della Nouvelle Histoire di Bloch, Braudel, Le Goff capace di allargare l’orizzonte dello storico a oggetti e attività di uso comune, alle scienze sociali.
  • Quando la cucina è una questione di parole
    Ce lo fa intuire il “precisino” Julian Barnes, cuoco tardivo che dopo anni di povertà, incompetenza e conservatorismo gastronomico, si dedica alla cucina con piacere ed entusiasmo, ma da pedante apprensivo e riluttante assaggiatore.
  • Con una Fiat Topolino dentro la polvere del mondo
    E’ quello che fece il fotografo e scrittore svizzero Nicolas Bouvier, quando fra il 1953 e il 1954 a 24 anni parte per un viaggio che attraverserà i Balcani, la Grecia, la Turchia, l’Iran, l’India fino all’Afghanistan
  • Felici con un libro
    La signora Selma vive in bucolico paesino del Westerwald insieme a una tenera e bizzarra comunità. Quando nei suoi sogni le appare un okapi qualcuno nei dintorni, nel giro di 24 ore, muore
  • Incontro di meraviglie
    Curiosità, originalità, ispirazione: parole chiave per ogni romanziere. Ma non meno importanti per chi si occupa di scienze esatte.
  • Attenti come un pesce rosso..
    Come ha fatto lo smartphone a diventare una dipendenza così forte sovrastando la nostra volontà di dover e voler fare?

Comments are closed.