Ma che bella la Vandelli!

Da Modena a Massa, dalla pianura al mare, valicando gli Appennini e le Alpi Apuane si snoda la via Vandelli: lungo il tracciato progettato da Domenico Vandelli nel 1789, su commissione di Francesco II d’Este di Modena, desideroso di dare al suo ducato uno sbocco sul mare.
Oggi è un cammino per viandanti, naturalisti, storici, curiosi allenati, con una peculiarità che lo differenzia dagli altri: la sua origine. Fu infatti la prima strada lastricata dopo l’epoca romana e uno straordinario esempio di ingegneria civile e di innovazione sociale.
Lungo il suo percorso, capace di superare dislivelli e pendenze estreme, si riunirono comunità umane attratte dai benefici della ricchezza prodotta dagli scambi commerciali, dal “traffico” di carrozze e carri. Fin da subito fu dotato di servizi indispensabili per il trasporto: locande per dormire, stazioni di posta per il cambio dei cavalli e piazzole di sosta, veri e propri autogrill ante litteram.

Questa preziosa eredità è ora a disposizione di tutti coloro che vogliano unire all’esperienza paesaggistica quella storica, inclusa l’epopea della Resistenza partigiana.
La via è lunga 172km con partenza da Modena oppure 154 per chi parte da Sassuolo, un tempo capitale e residenza estiva degli Estensi. Il primo tratto è tratto in pianura. Ma gli altri sono sempre in montagna: dopo i 700m- di Pavullo nel Frignano si resta stabilmente a quota 1000m. con i picchi di Passo del Lagadello e della Tambura, oltre i 1600m.

Si tratta di un cammino più impegnativo della media. D’altro canto si attraversano le Apuane che, per ambiente e tipologia di sentieri, sono decisamente più alpine che appenniniche!
La guida consiglia 7 tappe per i più allenati, 10 per i mediamente allenati mentre sconsiglia l’intrapresa ai non allenati.
Le tappe prevedono soggiorni in ostelli, alloggi e rifugi. Il percorso prevede sterrati, fondi lastricati e, asfaltati, quando non si può proprio farne a meno. Le mappe segnalano distanze, altitudini, dislivelli, località, alloggi e punti di interesse. E’ una via che attraversa borghi arroccati, ponti di pietra, paesi sommersi, montagne “verdi e bianche”, paesaggi inaspettati come quello del passo della Tambura dove la vista, da sola vale, il viaggio: fra le montagne e i marmi delle Apuane si intravede chiaramente l’azzurro del Mar Tirreno che vi accoglierà a Massa, finisterre della Vandelli.

Giulio Ferrari, Guida alla Via Vandelli, Terre di Mezzo Editore, 16€


Prenota e ritira in libreria

Compila il form per inviare la tua richiesta di prenotazione e venire a ritirare il libro in negozio. Fornendo i dati richiesti, esprimi implicitamente il consenso ad essere contattato via mail o telefono, per comunicazioni relative alla disponibilità di quanto prenotato.

Acquista

Se invece decidi di acquistare il libro direttamente, clicca sul tasto acquista e segui le indicazioni. Il libro ti verrà inviato all’indirizzo di spedizione che avrai indicato dopo il perfezionamento del pagamento

scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Se vuoi rimanere aggiornato sulle novità editoriali, ti comunicheremo mediante mail i titoli che di volta in volta abbiamo scelto per la nostra libreria. Potrai sempre cancellarti dal nostro elenco se riterrai che le nostre comunicazioni siano troppo invasive o di scarso interesse per te.

Complimenti, ti sei iscritto alla newsletter

C'è stato un errore. Prova di nuovo.

Pagina59 will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: