La storica e la fotografa

Una grande serata lunedì 19 per l’Arena estiva del cineteatro Astrolabio in Villa Camperio, in collaborazione con l’Amministrazione comunale e la Biblioteca di Villasanta. Una serata di testimonianze: la prima, affidata alla presentazione deli libro Confessioni di un padre della storica Ombretta Ingrascì (Edizioni Melampo) con i racconti del pentito di ‘ndrangheta Emilio Di Giovine e la seconda, al film della britannica Kim Longinotto, dal titolo Letizia Battaglia – Shooting the Mafia, dedicato alla più famosa e premiata fotogiornalista italiana, una donna che narra, in prima persona, la battaglia che ha combattuto per conquistare sé stessa. E’ lei la fotografa che immortala l’attuale Presidente della Repubblica raccogliere fra le sue braccia il fratello, morente, Piersanti Mattarella, la mattanza delle guerre di mafia con le decine di morti ammazzati di Palermo ma anche le bambine e le donne della città, Pasolini, gli anni ’70 a Milano…

Si parte alle ore 20 con la storia di Di Giovine che, dismessi i panni di capo di una importante organizzazione criminale dedita allo spaccio con base nella Milano degli anni 80-inizi 90, si pente e si ricorda di essere un padre; si prosegue con il fil dedicato alla combattente Letizia Battaglia. Una serata imperdibile per coloro che, pur guardando avanti, non sono immemori e si riconoscono nel valore generativo della memoria.
Tutto questo il 19 luglio, 31 anni dopo la strage di via d’Amelio, l’assassinio di Paolo Borsellino e degli agenti di scorta.

E’ consigliata la prenotazione. Attivo il punto ristoro a cura di Lele Forever. PAGINA59 sarà presente con il consueto banchetto di libri e uno spazio firma-copie a disposizione dei lettori del libro di Ombretta Ingrascì.