Ritorneremo a Venezia. Con Corto Maltese

Una guida-invito a perdersi con l’aiuto di un filo d’Arianna di sette di itinerari in quel labirinto di terra e di acqua che è Venezia. Itinerari che sono il risultato del bighellonare trentennale degli autori fra calli e campielli segreti, scorci sorprendenti e indimenticabili e addirittura la possibilità di gustare una buona cucina veneziana, insieme ad Hugo Pratt.

Il messaggio è chiaro: evadere dai flussi turistici è possibile, anche a Venezia. Per esempio aprendo le porte che danno il nome ai 7 itinerari. Si parte con la Porta dell’Avventura che dalla statua di Goldoni vi porta alla corte dei Milion dove aveva casa la famiglia di Marco Polo, si prosegue con la Porta del Mare che inizia dai giardini napoleonici noti anche come giardini della Biennale. E poi la Porta d’Oriente che da Ca’ d’Oro introduce a un itinerario che costeggia ristoranti esotici e arriva al Ghetto nuovo, entrando nel quartiere che dal 1527 ospitò o meglio rinchiuse tutti gli Ebrei stanziali della città, precedentemente dislocati nell’area dela Giudecca.
A seguire la Porta dell’Oro che parte da San Zaccaria e conduce allo splendore del centro città, incrociando il caffé Florian e la vicenda di Giacomo Casanova, la Porta dell’amore che gli autori suggeriscono di “aprire” nei giorni feriali quando si tiene il mercato ittico, parte da Rialto e si conclude di fronte al molino Stuckey: un po’ di british style nello skyline veneziano.
Intriganti sono gli itinerari della Porta del colore che indugia fra istituzioni artistiche famose e laboratori come quello che ha visto nascere le cartelle grafiche di Hugo Pratt dedicate ai granatieri e a Corto Maltese e della Porta del Viaggio. Qui si sceglie la barca o il vaporetto per vagare fra le isole: da S. Lazzaro degli Armeni, al Lido, Torcello, Burano e Murano. D’altro canto a Venezia la barca xe casa.

Le illustrazioni di Hugo Pratt, le mappe degli itinerari, la ricchezza sconfinata di palazzi, chiese, edifici pubblici, la segnalazione puntuale di ristoranti e osterie fanno di questa guida una delle più utili per riscoprire, ogni volta, la meraviglia senza fine di Venezia.

Hugo Pratt (con Guido Fuga e Lele Vianello),

Corto Sconto. La guida di Corto Maltese alla Venezia nascosta,

Rizzoli Lizard, 19€

scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Se vuoi rimanere aggiornato sulle novità editoriali, ti comunicheremo mediante mail i titoli che di volta in volta abbiamo scelto per la nostra libreria. Potrai sempre cancellarti dal nostro elenco se riterrai che le nostre comunicazioni siano troppo invasive o di scarso interesse per te.

Complimenti, ti sei iscritto alla newsletter

C'è stato un errore. Prova di nuovo.

Pagina59 will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing.